Codici errore F24

Questa pagina permette di visualizzare la descrizione e la motivazione dei codici di errore riscontrati nell'elaborazione del modello F24.


Selezionare il codice errore o lasciare il campo vuoto per visualizzarli tutti





Approfondimenti

  • 25 ottobre 2010, ha disciplinato le modalità di attuazione dell’obbligo di invio all’Agenzia delle entrate dell’impronta dell’archivio informatico dei documenti rilevanti ai fini tributari oggetto di conservazione in attuazione dell’articolo 5 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 23 gennaio 2004 recante le modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto.

    Sono tenuti ad effettuare l’adempimento in esame:

    • il contribuente direttamente interessato, titolare della contabilità
    • il responsabile della conservazione
    • il soggetto da questi delegato ai sensi della deliberazione CNIPA 19 febbraio 2004, n. 11

    La comunicazione viene trasmessa tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate:

    1. direttamente dai soggetti sopra indicati, tramite i canali Entratel o Fisconline, a seconda dei requisiti posseduti ai ifni della trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali
    2. tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni di cui all'art. 3, commi 2-bis e 3, del d.P.R 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni

    L’Agenzia delle entrate rende gratuitamente disponibile il software di controllo necessario per verificare la congruenza dei dati da trasmettere con quanto previsto dalle specifiche tecniche allegate al presente atto. Il predetto controllo deve essere eseguito obbligatoriamente prima della trasmissione telematica della comunicazione, pena lo scarto della comunicazione medesima.

    Per informazioni di dettaglio, si rinvia al contenuto informativo pubblicato su Fisco Oggi (impronta dell'archivio informatico).

    Inoltre, sul sito dell'Agenzia delle entrate sono disponibili ulteriori notizie per compilare e trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate la comunicazione dell’impronta dei documenti informatici rilevanti ai fini tributari.

    Comunicazione dell'impronta dei documenti informatici 4729 si">Comunicazione dell'impronta dei documenti informatici 4728 SI Comunicazione dell'impronta dei documenti informatici 4723

    Il provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate, 25 ottobre 2010, ha disciplinato le modalità di attuazione dell’obbligo di invio all’Agenzia delle entrate dell’impronta dell’archivio informatico dei documenti rilevanti ai fini tributari oggetto di conservazione in attuazione dell’articolo 5 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 23 gennaio 2004 recante le modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto.

    Sono tenuti ad effettuare l’adempimento in esame:

    • il contribuente direttamente interessato, titolare della contabilità
    • il responsabile della conservazione
    • il soggetto da questi delegato ai sensi della deliberazione CNIPA 19 febbraio 2004, n. 11

    La comunicazione viene trasmessa tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate:

    1. direttamente dai soggetti sopra indicati, tramite i canali Entratel o Fisconline, a seconda dei requisiti posseduti ai ifni della trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali
    2. tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni di cui all'art. 3, commi 2-bis e 3, del d.P.R 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni

    L’Agenzia delle entrate rende gratuitamente disponibile il software di controllo necessario per verificare la congruenza dei dati da trasmettere con quanto previsto dalle specifiche tecniche allegate al presente atto. Il predetto controllo deve essere eseguito obbligatoriamente prima della trasmissione telematica della comunicazione, pena lo scarto della comunicazione medesima.

    Per informazioni di dettaglio, si rinvia al contenuto informativo pubblicato su Fisco Oggi (impronta dell'archivio informatico).

    Inoltre, sul sito dell'Agenzia delle entrate sono disponibili ulteriori notizie per compilare e trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate la comunicazione dell’impronta dei documenti informatici rilevanti ai fini tributari.

    Comunicazione dell'impronta dei documenti informatici 4729 si
  • Utilizzare il Servizio Fisconline
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità corrente
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità pregresse

Storico

  • http://telematici.agenziaentrate.gov.it

    Selezionare Accedi dopo aver inserito il nome utente e la password.

    form di autenticazione ai servizi telematici

    Per consultare se sono state prodotte le ricevute, nel sito dei Servizi Telematici selezionare la voce Ricerca ricevute del menu Ricevute.

    form di ricerca delle ricevute

    Nella maschera mostrata è possibile effettuare una ricerca in due modi:

    1. inserendo direttamente il Numero di protocollo di ricezione associato al file da ricercare;
    2. oppure selezionando una delle opzioni disponibili:
      • Lista invii effettuati: indicando le date che delimitano il periodo di tempo desiderato;
      • Riepilogo invii per documento: indicando le date che delimitano il periodo di tempo desiderato.

    Per poter procedere nella ricerca è necessario inserire il Pincode e premere il tasto Ricerca.

    Visualizzare la ricevuta dal sito dei Servizi Telematici 4445

    In base al tipo di ricerca ricevute effettuato, il sistema presenta una lista relativa ai documenti inviati, raggruppati per tipo documento e stato di lavorazione.

    form di visualizzazione lista ricevute

    Per ciascun documento, selezionando i numeri in corrispondenza del tipo di ricevuta, si accede all'elenco di dettaglio.

    form di ricerca delle ricevute

    Selezionando la ricevuta di interesse è possibile visualizzarne il dettaglio.
    Le ricevute visualizzate in precedenza mostrano, nella colonna Ricevute, la cartellina gialla aperta mentre una cartella gialla chiusa indica che la ricevuta non è stata ancora visualizzata.

    Si raccomanda di aprire sempre le ricevute, anche quelle relative allo scarto dell'intera fornitura o dei singoli documenti, perchè nel dettaglio vengono indicati in modo esplicativo i dati salienti della ricevuta.

    Ricevuta relativa a documenti Elaborati correttamente

    form di ricerca delle ricevute

    Ricevuta relativa a documenti scartati

    form di ricerca delle ricevute

    Stampare la ricevuta 4450

    Dopo aver visualizzto il file di ricevuta relativo ai documenti inviati, è possibile stamparne il contenuto pigiando sul pulsante Stampa.

    Di seguito viene visualizzata una ricevuta:

    • di un file elaborato correttamente

      Visualizzazione ricevuta OK

    • di un file scartato

      Visualizzazione ricevuta OK

    Visualizzare ricevute 4236 si 779">Visualizzare ricevute 4234 SI Visualizzare ricevute 4237

    L'Agenzia delle entrate, quando riceve il file di documento trasmesso dall'utente, effettua il controllo del codice di riscontro (con decifratura del codice di riscontro, mediante il PINCODE associato al codice fiscale del contribuente o del soggetto dichiarante) e, se l'operazione va a buon fine, il sistema di validazione dell'Agenzia delle entrate provvede a:

    • controllare la rispondenza del file pervenuto alle specifiche tecniche approvate dall'Agenzia delle Entrate
    • predisporre il file di ricevuta
    • mettere la ricevuta a disposizione dell'utente, nell'apposita sezione del sito web dei servizi telematici

    Pertanto le ricevute prodotte, sia quelle relative a forniture elaborate correttamente che quelle relative a forniture scartate, possono essere visualizzate e stampate dal sito web dei Servizi Telematici.

    Ricercare la ricevuta sul sito dei Servizi Telematici 3870

    Dopo aver inviato un file di documenti mediante il sito web dei servizi Telematici, va controllata ed eventualmente stampata la ricevuta relativa all’esito dell'invio dei documenti.
    La ricevuta può essere consultata da parte dell’utente, con accesso mediante autenticazione con il proprio PinCode, nell’apposita sezione del sito Web dei Servizi telematici all'indirizzo seguente http://telematici.agenziaentrate.gov.it

    Selezionare Accedi dopo aver inserito il nome utente e la password.

    form di autenticazione ai servizi telematici

    Per consultare se sono state prodotte le ricevute, nel sito dei Servizi Telematici selezionare la voce Ricerca ricevute del menu Ricevute.

    form di ricerca delle ricevute

    Nella maschera mostrata è possibile effettuare una ricerca in due modi:

    1. inserendo direttamente il Numero di protocollo di ricezione associato al file da ricercare;
    2. oppure selezionando una delle opzioni disponibili:
      • Lista invii effettuati: indicando le date che delimitano il periodo di tempo desiderato;
      • Riepilogo invii per documento: indicando le date che delimitano il periodo di tempo desiderato.

    Per poter procedere nella ricerca è necessario inserire il Pincode e premere il tasto Ricerca.

    Visualizzare la ricevuta dal sito dei Servizi Telematici 4445

    In base al tipo di ricerca ricevute effettuato, il sistema presenta una lista relativa ai documenti inviati, raggruppati per tipo documento e stato di lavorazione.

    form di visualizzazione lista ricevute

    Per ciascun documento, selezionando i numeri in corrispondenza del tipo di ricevuta, si accede all'elenco di dettaglio.

    form di ricerca delle ricevute

    Selezionando la ricevuta di interesse è possibile visualizzarne il dettaglio.
    Le ricevute visualizzate in precedenza mostrano, nella colonna Ricevute, la cartellina gialla aperta mentre una cartella gialla chiusa indica che la ricevuta non è stata ancora visualizzata.

    Si raccomanda di aprire sempre le ricevute, anche quelle relative allo scarto dell'intera fornitura o dei singoli documenti, perchè nel dettaglio vengono indicati in modo esplicativo i dati salienti della ricevuta.

    Ricevuta relativa a documenti Elaborati correttamente

    form di ricerca delle ricevute

    Ricevuta relativa a documenti scartati

    form di ricerca delle ricevute

    Stampare la ricevuta 4450

    Dopo aver visualizzto il file di ricevuta relativo ai documenti inviati, è possibile stamparne il contenuto pigiando sul pulsante Stampa.

    Di seguito viene visualizzata una ricevuta:

    • di un file elaborato correttamente

      Visualizzazione ricevuta OK

    • di un file scartato

      Visualizzazione ricevuta OK

    Visualizzare ricevute 4236 si 779
  • Utilizzare il Servizio Fisconline
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità corrente
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità pregresse

Errori

  • http://www.agenziaentrate.it

    Per eseguire il programma di compilazione selezionare il link:

    Unico Enti non Commerciali 2010.

    Compilare la dichiarazione il Modello Unico Enti non Commerciali 2010 1266

    Il “Modello UNICO 2010 Enti non Commerciali - Enti non commerciali ed equiparati” si compone di due modelli, così diversificati, a seconda del loro utilizzo:

    • Modello per la dichiarazione dei redditi, i cui quadri sono contrassegnati prevalentemente dalla lettera R;
    • Modello per la dichiarazione annuale IVA, i cui quadri sono contrassegnati dalla lettera V.

    I contribuenti nei confronti dei quali si applicano gli studi di settore o i parametri, sono tenuti altresì a presentare l’ulteriore modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli stessi.

    I modelli per la dichiarazione dei redditi e dell’IVA utilizzabili per la presentazione della dichiarazione unificata, sono identici a quelli previsti per la presentazione delle stesse dichiarazioni in forma non unificata.

    Il contribuente deve utilizzare i soli modelli necessari, compilando esclusivamente i quadri occorrenti per la presentazione della dichiarazione, avendo cura di non compilare o inserire più frontespizi, in quanto i dati identificativi e quelli riepilogativi sono presenti nel frontespizio del Modello UNICO 2010.

    Il modello e le relative istruzioni per la compilazione del Modello Unico Enti non Commerciali sono resi disponibili gratuitamente in formato elettronico e possono essere prelevati dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate,

    http://www.agenziaentrate.gov.it

    Di supporto alla compilazione del Modello Unico Enti non Commerciali 2010 è possibile ricercare e consultare on line, in Controllo Campi sulle specifiche tecniche, il contenuto dei singoli campi del tracciato.

    Controllare il file dichiarazione Modello Unico Enti non Commerciali 2010 1267

    Le procedure di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche e dalla circolare dei controlli.
    Per poter effettuare il controllo in locale dei file occorre installare il modulo di controllo.
    Il modulo di controllo per i modelli di dichiarazione è disponibile al seguente indirizzo:

    www.agenziaentrate.it

    Occorre scaricare il modulo in base alla tipologia di utente (utente abilitato oppure utente non abilitato) e all’ambiente della postazione di lavoro (Windows oppure Macintosh).

    Unico Enti non Commerciali 2010 5267 Dichiarazione 3755 si si 5264">Unico Enti non Commerciali 2010 5265 UNICO_ENC/2010 SI Unico Enti non Commerciali 2010 1264

    Il Modello “UNICO EnC - Enti non Commerciali ed equiparati” deve essere utilizzato dagli enti pubblici e privati diversi dalle società, nonché i trust soggetti all’IRES, ad esclusione degli organi e delle amministrazioni dello Stato (compresi quelli ad ordinamento autonomo, anche se dotati di personalità giuridica), dei comuni, dei consorzi fra enti locali, delle associazioni e degli enti gestori di demanio collettivo, delle comunità montane, delle province e delle regioni.

    L’elemento distintivo degli enti non commerciali è costituito dal fatto di non avere quale oggetto esclusivo o principale lo svolgimento di un’attività di natura commerciale, intendendo per tale l’attività che determina reddito d’impresa.

    Eseguire il programma per la compilazione del Modello Unico Enti non Commerciali 2010 1265

    Il software UnicOnLine Enti non Commerciali 2010 consente la compilazione del Modello Unico OnLine Enti non Commerciali 2010 e la creazione del relativo file da inviare telematicamente.

    Per verificare i requisiti tecnici selezionare il link:

    http://www.agenziaentrate.it

    Per eseguire il programma di compilazione selezionare il link:

    Unico Enti non Commerciali 2010.

    Compilare la dichiarazione il Modello Unico Enti non Commerciali 2010 1266

    Il “Modello UNICO 2010 Enti non Commerciali - Enti non commerciali ed equiparati” si compone di due modelli, così diversificati, a seconda del loro utilizzo:

    • Modello per la dichiarazione dei redditi, i cui quadri sono contrassegnati prevalentemente dalla lettera R;
    • Modello per la dichiarazione annuale IVA, i cui quadri sono contrassegnati dalla lettera V.

    I contribuenti nei confronti dei quali si applicano gli studi di settore o i parametri, sono tenuti altresì a presentare l’ulteriore modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli stessi.

    I modelli per la dichiarazione dei redditi e dell’IVA utilizzabili per la presentazione della dichiarazione unificata, sono identici a quelli previsti per la presentazione delle stesse dichiarazioni in forma non unificata.

    Il contribuente deve utilizzare i soli modelli necessari, compilando esclusivamente i quadri occorrenti per la presentazione della dichiarazione, avendo cura di non compilare o inserire più frontespizi, in quanto i dati identificativi e quelli riepilogativi sono presenti nel frontespizio del Modello UNICO 2010.

    Il modello e le relative istruzioni per la compilazione del Modello Unico Enti non Commerciali sono resi disponibili gratuitamente in formato elettronico e possono essere prelevati dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate,

    http://www.agenziaentrate.gov.it

    Di supporto alla compilazione del Modello Unico Enti non Commerciali 2010 è possibile ricercare e consultare on line, in Controllo Campi sulle specifiche tecniche, il contenuto dei singoli campi del tracciato.

    Controllare il file dichiarazione Modello Unico Enti non Commerciali 2010 1267

    Le procedure di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche e dalla circolare dei controlli.
    Per poter effettuare il controllo in locale dei file occorre installare il modulo di controllo.
    Il modulo di controllo per i modelli di dichiarazione è disponibile al seguente indirizzo:

    www.agenziaentrate.it

    Occorre scaricare il modulo in base alla tipologia di utente (utente abilitato oppure utente non abilitato) e all’ambiente della postazione di lavoro (Windows oppure Macintosh).

    Unico Enti non Commerciali 2010 5267 Dichiarazione 3755 si si 5264
  • Utilizzare il Servizio Fisconline
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità corrente
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità pregresse

Argomenti Correlati

  • Provvedimento del 3/06/2010 è utilizzato dagli enti ed amministrazioni per il versamento di:

    • IRAP
    • ritenute alla fonte
    • altri tributi erariali
    • contributi assistenziali e previdenziali
    • premi assicurativi
    • altri tributi erariali
    .

    Per la compilazione del modello F24 EP può essere utilizzato l’apposito software e la trasmissione del modello potrà essere effettuata direttamente dagli enti pubblici attraverso i canali telematici Entratel o Fisconline.

    Gli enti di cui alla tabella A allegata alla legge n. 720/84 - pdf – possono provvedere alla trasmissione telematica anche tramite i propri tesorieri, i quali sono tenuti a utilizzare il canale Entratel.

    Le ricevute di versamento saranno rese disponibili in formato elettronico nel "Cassetto fiscale", accessibile dal sito internet dei Servizi Telematici dell’Agenzia, in modo da rendere rapidamente disponibile un documento valido per dimostrare l’avvenuto versamento.

    Eseguire il programma per la compilazione del Modello F24 Enti Pubblici 1742

    Il software per la compilazione del Modello F24Enti Pubblici è scaricabile dal sito dell’Agenzia delle entrate all’indirizzo:

    http://www.agenziaentrate.gov.it.

    Compilare il Modello F24 Enti Pubblici 2248

    Il software F24 Enti Pubblici consente la compilazione del modello F24 Enti Pubblici e permette la generazione del modello di versamento tramite compilazione di un flusso informativo. E’ possibile utilizzare anche strumenti informatici diversi realizzati nel rispetto delle specifiche tecniche disponibili sul sito dell’Agenzia delle entrate.

    Il modello e le relative istruzioni per la compilazione del F24 Enti Pubblici sono resi disponibili gratuitamente in formato elettronico e possono essere prelevati dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it)

    Controllare il Modello F24 Enti Pubblici 2350

    Il presente software è rilasciato allo scopo di "validare" il contenuto dei file predisposti da "applicazioni di mercato", non ne è richiesto l'uso da parte degli utenti che utilizzino applicazioni di compilazione rilasciate dall'Agenzia delle Entrate. I file prodotti da queste ultime risultano già "validati". Affinché i file sottoposti a controllo possano essere validati, dovranno rispettare i vincoli descritti nelle specifiche tecniche correlate.

    E’ possibile scaricare il software di controllo all’indirizzo:

    www.agenziaentrate.it

    Occorre scaricare il modulo in base alla tipologia di utente (utente abilitato oppure utente non abilitato) e all’ambiente della postazione di lavoro (Windows oppure Macintosh oppure Linux).

    Predisporre F24 Enti Pubblici 2415 si no">Predisporre F24 Enti Pubblici 2412 SI Predisporre F24 Enti Pubblici 2330

    Il modello di versamento F24 "Enti Pubblici" (F24 EP), modificato con Provvedimento del 3/06/2010 è utilizzato dagli enti ed amministrazioni per il versamento di:

    • IRAP
    • ritenute alla fonte
    • altri tributi erariali
    • contributi assistenziali e previdenziali
    • premi assicurativi
    • altri tributi erariali
    .

    Per la compilazione del modello F24 EP può essere utilizzato l’apposito software e la trasmissione del modello potrà essere effettuata direttamente dagli enti pubblici attraverso i canali telematici Entratel o Fisconline.

    Gli enti di cui alla tabella A allegata alla legge n. 720/84 - pdf – possono provvedere alla trasmissione telematica anche tramite i propri tesorieri, i quali sono tenuti a utilizzare il canale Entratel.

    Le ricevute di versamento saranno rese disponibili in formato elettronico nel "Cassetto fiscale", accessibile dal sito internet dei Servizi Telematici dell’Agenzia, in modo da rendere rapidamente disponibile un documento valido per dimostrare l’avvenuto versamento.

    Eseguire il programma per la compilazione del Modello F24 Enti Pubblici 1742

    Il software per la compilazione del Modello F24Enti Pubblici è scaricabile dal sito dell’Agenzia delle entrate all’indirizzo:

    http://www.agenziaentrate.gov.it.

    Compilare il Modello F24 Enti Pubblici 2248

    Il software F24 Enti Pubblici consente la compilazione del modello F24 Enti Pubblici e permette la generazione del modello di versamento tramite compilazione di un flusso informativo. E’ possibile utilizzare anche strumenti informatici diversi realizzati nel rispetto delle specifiche tecniche disponibili sul sito dell’Agenzia delle entrate.

    Il modello e le relative istruzioni per la compilazione del F24 Enti Pubblici sono resi disponibili gratuitamente in formato elettronico e possono essere prelevati dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it)

    Controllare il Modello F24 Enti Pubblici 2350

    Il presente software è rilasciato allo scopo di "validare" il contenuto dei file predisposti da "applicazioni di mercato", non ne è richiesto l'uso da parte degli utenti che utilizzino applicazioni di compilazione rilasciate dall'Agenzia delle Entrate. I file prodotti da queste ultime risultano già "validati". Affinché i file sottoposti a controllo possano essere validati, dovranno rispettare i vincoli descritti nelle specifiche tecniche correlate.

    E’ possibile scaricare il software di controllo all’indirizzo:

    www.agenziaentrate.it

    Occorre scaricare il modulo in base alla tipologia di utente (utente abilitato oppure utente non abilitato) e all’ambiente della postazione di lavoro (Windows oppure Macintosh oppure Linux).

    Predisporre F24 Enti Pubblici 2415 si no
  • Utilizzare il Servizio Fisconline
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità corrente
  • Utilizzare i prodotti software dell'Agenzia - Annualità pregresse


Richiedi ulteriore assistenza
 

Pi di pagina